Viviamo un’epoca di grandi mutamenti che non riusciamo a capire né a governare, una metamorfosi globale e individuale che ci inquieta e ci disorienta.


Un festival che intende rilanciare il messaggio di civiltà attraverso il cinema, del dialogo interreligioso e inter-etnico, che fonda la sua ragion d’essere sulla specificità del cinema come contenitore di storie e di emozioni.

“Metamorfosi” sarà rappresentato attraverso una molteplicità di declinazioni: post verità, luoghi comuni, metamorfosi sociale; la metamorfosi del pianeta Terra, metamorfosi politiche in atto in Europa, metamorfosi delle città italiane e un focus dedicato all’India. Un festival impegnato su tematiche sociali che prevede anteprime mondiali, molti ospiti, grandi eventi, e presidente della giuria David Riondino, umorista, attore e cantautore.

Via alla tredicesima edizione

Dal 10 al 20 novembre, si svolgerà la tredicesima edizione di Popoli e Religioni – Terni Film Festival organizzato dall’Istess (Istituto di studi teologici e storico sociali di Terni). Con un programma sempre più ricco, per quest'anno il tema del concorso cinematografico è “Metamorfosi”, rappresentato attraverso una molteplicità di declinazioni: dall’anoressia alla post-verità, dai mutamenti climatici alle riletture teatrali e cinematografiche dei grandi classici sul tema. Verranno presentate ottantacinque opere cinematografiche, di cui in concorso ci sono trenta cortometraggi, tredici documentari e otto film. Sono previste proiezioni mattutine per le scuole elementari, medie e superiori, anteprime, retrospettive, spettacoli, concerti ed eventi speciali.

Non solo Film

Non ci saranno solo film e documentari ma sarà un festival all'insegna della cultura e dell'intrattenimento, che si svolgerà, oltre che nelle sale del Politeama, per le vie della città, dalla biblioteca comunale, al cenacolo San Marco. Si parlerà di letteratura con Ovidio e Kafka, ma si affronteranno anche temi impegnati come la teoria transgender e l'anoressia. Un incontro con Ermes Maiolica, permetterà di affrontare il tema delle fake news in rete e la percezione distorta dalla realtà. Un focus sarà dedicato all’India con musica, film, folklore e gastronomia grazie alla partecipazione della comunità indiana di Terni e al gemellaggio con il Lake Side festival di New Delhi.

Molte sorprese

  • Come protagonisti di questo grande evento non mancheranno i ragazzi: la sigla del festival, infatti, è realizzata dagli studenti del liceo artistico Metelli. 
  • Si aggiunge agli eventi in programmazione la performance live della prima sand artist d'Italia Gabriella Compagnone, che offre spettacoli imperdibili. 
  • Saranno premiati non solo i migliori elaborati delle sezioni cortometraggio, film e documentario, ma anche miglio attore, miglior attrice, migliore regia, sceneggiature, colonna sonora.
  • Verrà consegnato il premio "Gastone Moschin" per il Cinema in Umbria al regista Luca Manfredi, per avere il merito di aver raccontato la vita di suo padre nel film ‘In arte Nino’, girato nel territorio umbro.
  • Tra gli eventi in programma, una serata dedicata a Michael Jackson, con il cortometraggio "Bad" di Martin Scorsese che affronta il tema della metamorfosi del genio perduto.

Il programma è ricchissimo, pieno di spunti di riflessione, ma anche divertimento. Gli ingressi sono gratuiti, salvo le serate del 10 e del 20 novembre che corrispondono alle giornate di apertura e di chiusura, non ti resta che partecipare! Visita il sito www.popoliereligioni.it per maggiori informazioni.

L'articolo d'informazione sul Festival dei Popoli e delle Religioni è giunto al termine, se ti è piaciuto condividilo con i tuoi amici. Lascia un commento per aggiungere altre informazioni utili.  Per rimanere aggiornato su questa tematica e avere in bacheca i nostri contenuti metti un mi piace alla pagina.

Amelia online è un nuovo luogo panoramico che ha lo scopo di dare visibilità alle attività e al patrimonio del territorio amerino.

Per maggiori informazioni invia una mail a info@ameliaonline.it e verrai ricontattato in breve tempo.